La connotazione storica dei tre comuni di Carpaneto Piacentino, Castell’Arquato e San Giorgio Piacentino è sicuramente una peculiarità che accomuna tutti e tre i comuni, con i loro caratteristici palazzi e castelli medievali. In particolare, il castello di Magnano a Carpaneto Piacentino e la struttura urbana di Castell’Arquato e di San Giorgio, esprimono la vocazione medievale dei borghi racchiusi tra i monti piacentini.

Posizionati come metaforica porta alle tre grandi valli piacentine, i comuni si presentano come isole immerse nel verde della vegetazione e dei campi coltivati che delineano il territorio circostante. I tre comuni sono collocati sulla SP 6, prolungamento della Strada Farnesiana che collega il centro città di Piacenza ai territori della collina a sud est del capoluogo.

Pur situati su tre vallate distinte (Val Nure, Val Chero, Val D’Arda) ognuno di essi rappresenta la “porta di accesso” ai territori collinari e montani della collina piacentina. Questo territorio è anche una delle mete privilegiate per il turismo escursionistico domenicale, specialmente dai territori di Piacenza e della vicina Lombardia.